Idee per incentive

Esperienze emozionanti in mezzo alla natura

Ci sono mille possibilità per organizzare un incentive in Valle d'Aosta. L'unicità dell'ambiente naturale consente alla creatività dell'organizzatore di trovare le soluzioni più originali e non convenzionali. L'offerta turistica e di servizi permette di scegliere tra numerosi temi, dalle attività outdoor più adrenaliniche agli aspetti più tradizionali ed unici della cultura locale. Vi proponiamo alcune idee che possono essere sviluppate e personalizzate a seconda delle esigenze, ma la lista delle possibilità è molto più ampia.

Si può organizzare per un gruppo di partecipanti anche con diversi livelli di confidenza sulla neve e su diverse discipline: sci alpino, snowboard o sci di fondo. In alternativa allo sci possono essere proposte altre discipline che non presuppongono una specifica abilità, come ad esempio gommone o snowbike. L'organizzazione dell'evento prevede la predisposizione del tracciato e tutta l'assistenza necessaria (conduzione della gara, cronometraggio, premiazione etc.). Al termine verrà organizzato un pranzo/rinfresco in rifugio. Dove: Cervinia, Cogne, Courmayeur, La Thuile, Ayas, Gressoney Crévacol, Pila.

Stagione consigliata: Inverno

E vinca ilmigliore

documento pdf (2.485 KB)

Il percorso con le ciaspole si può effettuare di giorno o di sera con la lampada frontale. Può avere vari livelli di difficoltà in base al percorso, adatto anche a chi non pratica abitualmente sport. Può essere abbinato ad un tema (osservazione naturalistica, fotografia) o ad un gioco di ruolo (es. caccia al tesoro). La ciaspolata può concludersi con una cena in quota, in baita. Il percorso di ritorno può essere effettuato allo stesso modo con fiaccolata, o con il gatto delle nevi. Dove: ovunque.

Stagione consigliata: Inverno

Racchette da neve

documento pdf (2.204 KB)

La notte è piccola per noi

documento pdf (2.016 KB)

Con una strumentazione unica in Europa è possibile fare l'osservazione diurna del sole, in estate e in inverno, o utilizzare il planetario alla scoperta della volta celeste, con brevi o approfondite lezioni particolarmente interessanti.

Figli delle stelle

documento pdf (3.507 KB)

Percorrere un tratto di fiume in gruppo su un gommone può essere un'esperienza estremamente divertente e riservata a tutti. Per i più avventurosi si possono realizzare percorsi più lunghi e difficoltosi. Ogni gommone può ospitare al massimo 8 persone. Il rafting può essere effettuato da maggio ad ottobre presso centri specializzati come quelli di Villeneuve e Morgex.

Stagione consigliata: estate.

Battesimo dell'acqua

documento pdf (2.596 KB)

I parchi avventura della Valle d'Aosta offrono emozioni in massima sicurezza. In mezzo ai boschi e alle montagne più alte, i percorsi ludici consentono per esempio di passare da un albero all'altro assicurati ad un cavo d'acciaio, o attività più elementari. Anche qui il livello di difficoltà può variare in base alle esigenze dell'organizzazione ed alle possibilità dei partecipanti. I parchi si trovano a Antey St.André, Champoluc, Pila, Pré Saint Didier, Valsavaranche, Villeneuve.

Stagione consigliata: estate.

Il pericolo è il mio mestiere

documento pdf (2.347 KB)

I trekking della Valle d'Aosta sono resi unici dalla presenza di vette che superano i 4.000 m come il Cervino, il Monte Rosa ed il Monte Bianco. Si possono organizzare trekking a tema, come ad esempio la scoperta delle piante officinali, la fotografia (accompagnati da fotografi professionisti), oppure per i più preparati un'introduzione al trail running simulando una tappa della gara endurance trail Tor des Geants oppure l'ascesa a una vetta di oltre 4.000 m di quota. Si possono poi abbinare i trekking alle vie ferrate o brevi corsi di avvicinamento all'alpinismo.

Stagione consigliata: estate.

La notte è piccola per noi

documento pdf (2.016 KB)

La Valle d'Aosta è la patria dei campioni italiani della disciplina, gli Charbonnier, una famiglia intera con “la testa fra le nuvole”. Una passione che si trasmette di padre in figlio e che, in tutte le stagioni, riempie il cielo della Valle d'Aosta di palloni multicolori.

Le mongolfiere sono progettate, costruite e controllate secondo standard di affidabilità molto elevati e i voli si svolgono sempre in condizioni meteorologiche ottimali. L'esperienza dei piloti, tutti con specifica abilitazione, garantisce ulteriormente la sicurezza.

Da questo punto di osservazione privilegiato lo sguardo spazia a 360 gradi e, guardando giù, l'occhio abbraccia, in sintesi inconsuete, Aosta e i suoi monumenti per poi spingersi fino all'imbocco dell'alta Valle d'Aosta...

Stagione consigliata: estate.

Con la testa fra le nuvole

documento pdf (3.204 KB)

Due esperienze memorabili, al cospetto di vette imponenti, considerate nel mondo tra le più spettacolari meraviglie della natura.

Non occorre essere alpinisti per salire in alta quota: grazie a queste funivie, capolavori di ingegneria, è possibile raggiungere velocemente quote oltre i 3.000 metri per ammirare da vicino il Monte Bianco,  il Cervino e i panorami alpini circostanti.

Stagione consigliata: estate e inverno.

Toccare il cielo con un dito

documento pdf (1.983 KB)

Poco lontano da Aosta si trova un luogo ricco di fascino, seducente territorio di confine, dove alla straordinaria bellezza della natura si mescolano le tracce di un passato antichissimo. È questo il colle del Gran San Bernardo, pianoro roccioso situato a 2.437 metri di altezza che unisce l'Italia al Vallese svizzero.

Un sito impregnato di storia e magia, punto importante situato lungo la Via delle Gallie, strada costruita dai Romani per collegare Roma alla valle del Rodano. La bellezza di questo luogo permette di coniugare suggestive radici storiche con attività sportive e ricreative davvero uniche e affascinanti. 

Sul modello dell'iniziativa “Alpages Ouverts” che si svolge durante il periodo estivo per scoprire il fascino ed i segreti di una giornata in alpeggio in compagnia degli allevatori di bovini (arpian nel dialetto locale) tra pascoli verdissimi e fioriti. È possibile vivere un'esperienza originale assistendo o partecipando alle attività della mungitura e della produzione del formaggio, degustando i prodotti, pranzando in alpeggio. Quando: da giugno a settembre.

Alpages ouverts

documento pdf (2.879 KB)

Dire, fare, allevare, coltivare...

documento pdf (1.911 KB)

In Valle d'Aosta, gli sport popolari rivestono un'importanza particolare come patrimonio identitario della comunità e vantano un grande seguito. Essi costituiscono sia un momento di ritrovo, convivialità e divertimento, sia una celebrazione della tradizione e del costume locale. I giochi tradizionali sono quattro:

  • il fiolet, uno sport individuale e a squadre, in assoluto il più praticato, in cui una pallina viene battuta con un bastone (molto simile al golf)
  • lo tsan un antico sport di squadra che ricorda il baseball
  • la rebatta in cui si lancia la pallina il più lontano possibile colpendola con una mazza
  • il palet, una variante del gioco delle piastrelle in cui si lancia un disco verso un boccino

Tsan, Palet, Fiolet, Rebatta

documento pdf (2.061 KB)

Gli antichi rimedi sono tra le espressioni principali della cultura e della tradizione alpina: saperi tramandati nel tempo, ricette curative e preparazioni domestiche con erbe medicinali costituiscono un patrimonio inestimabile.

La Maison des Anciens Remèdes di Jovençan  a pochi km da Aosta, è lo scrigno che custodisce la tradizione, le pratiche e i saperi legati ai differenti usi delle piante officinali della Valle d'Aosta. La Maison è sia museo che centro di studio, luogo di ricerca, formazione ed apprendimento e costituisce il primo esempio e il riferimento in Italia nell'ambito dei centri di studio delle piante officinali tradizionali delle Alpi.

Maison des Anciens Remèdes

documento pdf (2.661 KB)

Il Museo dell'Artigianato Valdostano è dedicato al patrimonio culturale della comunità ed a tutte le pratiche e tradizioni che fanno parte dell'identità territoriale.

Il MAV non è stato concepito come un mero luogo di conservazione e salvaguardia di manufatti artigianali, ma come uno spazio interattivo dove è possibile organizzare atelier artigianali su specifiche tecniche di lavorazione e produzioni di manufatti della tradizione.

Oggi l'artigiano sono io!

documento pdf (1.942 KB)

Una proposta che coniuga la mobilità sostenibile con la possibilità di conoscere il territorio dove nascono i vini doc della Valle d'Aosta.  La proposta prevede un tour dei vigneti che circondano la Cave Des Onze Communes, una delle principali cantine della regione, utilizzando biciclette a pedalata assistita. Al termine, sarà possibile sostare nel punto vendita della cave per una degustazione dei vini di produzione della cooperativa ed eventualmente di prodotti tipici.

Pedalando tra le vigne

documento pdf (2.342 KB)

Coraggio, calcolo, velocità, analisi dei rischi, psicologia, competitività: sono solo alcune delle caratteristiche principali che il “gambler” deve possedere per uscire vincente da una sessione di gioco, le stesse caratteristiche che un manager deve avere per poter operare in contesti sempre più competitivi e dinamici.

Poker d'assi

documento pdf (1.413 KB)

Alla scoperta delle piante officinali nel centro storico di Aosta.

Fitocosmetici di montagna

documento pdf (555 KB)

Il laboratorio eperienziale del gelato a k0 ha l'obiettivo di accrescere la capacità di lavorare in gruppo mediante la preparazione del gelato, che avverà avendo cura di seguire al meglio ogni passaggio. I singoli partecipanti dovranno così imparare a collaborare tra loro per ottenere un prodotto finale di alta qualità

gelato-kilometri-zero

documento pdf (302 KB)

Cerca la tua struttura